Benvenuti a Città di Castello      

 
English   Deutsch
Français

CITTÀ DI
CASTELLO

Turismo
La storia
La città
I musei
Come arrivarci
Manifestazioni

Ospitalità
Alberghi
Agriturismo
Residence-Appartam.
Ristoranti & C.

vai a ...
Umbria
Comprensorio di Città di Castello

 

.
Città di Castello
Città di Castello

Scavi di Colle Plinio
Scavi di Colle Plinio

La storia

È l'antica Tiferno, centro umbro dell'Alta Valle del Tevere, che, dopo la conquista romana, alla fine del I secolo divenne con il nome di Tifernum Tiberinum un fiorente e ricco municipio, abbellito con edifici pubblici e templi dal potente patrono Plinio il Giovane. I Goti di Totila la distrussero ma il vescovo Florido la ricostruì e la fortificò.
Poi cambiò nome e si chiamò prima Castrum Felicitatis e poi Civitas Castelli dal quale derivò l'attuale Città di Castello.
Fu libero Comune di parte guelfa molto potente ed estese il suo dominio sui territori confinanti fino al di là dell'Appennino. I due splendidi palazzi dei Priori e del Podestà costruiti dall'architetto Angelo da Orvieto sono la testimonianza di questa sua forza e potenza. Verso la fine del '400 diverse famiglie si contesero il predominio, ma su tutte prevalse quella dei Vitelli che diede alla città un nuovo aspetto, abbellendola con chiese, palazzi e monumenti, che ancor oggi le conferiscono tutta la grazia dell'eleganza rinascimentale toscana. Artisti di gran fama quali Signorelli e Raffaello, per citare solo i maggiori, operaro-no per molto tempo a Città di Castello realizzandovi alcune delle loro opere più significative. Caduta la città sotto il dominio pontificio vi rimase fino al 1860 quando fu liberata dalle truppe piemontesi ed annessa al Regno d'Italia.

 

metti qui il tuo banner
per saperne di più
scrivici

 

.
webmaster argoweb.it