Benvenuti a Costacciaro      

 
English   Deutsch
Français

COSTACCIARO

Turismo
Come arrivarci
Manifestazioni

Ospitalità ...
Alberghi
Agriturismo
Appartamenti
Ristoranti & C.

vai a ...
Umbria
Comprensorio di Gubbio

 

.
Costacciaro
Costacciaro

Costacciaro
Il Castello di Costacciaro "Castrum Costacciarii" fu acquistato verso la metà del secolo XIII dal libero Comune di Gubbio, che ne curò le opere di fortificazione, per la sua importante posizione a ridosso della via consolare Flaminia.
Una nuova struttura difensiva, in parte ancora esistente, voluta da Federico da Montefeltro dopo l'annessione dell'intero territorio di Gubbio al Ducato di Urbino, fu commissionata al famoso architetto militare Francesco di Giorgio Martini da Siena, a cui fu pure affidata la realizzazione del sistema di approvvigionamento idrico.
Costacciaro rimase legato amministrativamente a Gubbio fino alla restaurazione del potere pontificio; nel 1860 fu annesso al Regno d'Italia.
Illustre cittadino di Costacciaro fu Bonaventura Pio Fauni, Ministro Generale dei Frati Minori Conventuali. Partecipò dal 1543 al 1547 al Concilio di Trento e nel 1549 fu nominato Vescovo di Acqui dal Papa Paolo III.

da vedere
La Chiesa di San Francesco (prima metà del XIII secolo) con la stupenda facciata romanica in pietra calcarea del Monte Cucco, all'interno un pregevole affresco raffigurante il martirio di San Sebastiano - Il Rivellino, imponente torrione difensivo progettato da Francesco di Giorgio Martini da Siena - La Torre Civica, elemento di spicco della prima cinta muraria, risale al XIII secolo.

 

Metti qui il tuo banner
per saperne di più
scrivici

 

.
webmaster argoweb.it