Benvenuti a Gualdo Cattaneo      

 
English   Deutsch
Français

GUALDO CATTANEO

Turismo
Come arrivarci
Manifestazioni

Ospitalità
Alberghi
Agriturismo
Country house
Appartamenti
Ristoranti & C.

vai a ...
Umbria
Comprensorio di Foligno

 

.

Metti qui il tuo banner

per saperne di più
scrivici
.

.

 

.
Gualdo Cattaneo
Gualdo Cattaneo

Castello di Barattano
Castello di Barattano

... da vedere nel centro storico

La Rocca consiste in un fortilizio avente la forma di un triangolo equilatero, con tre torri comunicanti tra di loro e per vie sotterranee con le sottostanti mura castellane.
La Chiesa dei SS. Antonio e Antonino, costruita nel 1260, ha subito attraverso i secoli vari rifacimenti. Della costruzione originale restano la cripta, alcuni bassorilievi sulla facciata e l'abside all'interno, tavola a tempera del 1350 di scuola umbro-senese, raffigurante la Madonna con il Bambino.
La Chiesa di S. Andrea, romanica, risale al sec. XIII.
La Chiesa di S. Agostino, edificata nel 1136, conserva un grande affresco della Crocifissione, realizzato nel 1482 dalla scuola del pittore folignate Nicolò Alunno.

... nei dintorni

A pochi chilometri dal capoluogo si trovano suggestivi castelli risalenti, per lo più, al sec. XIII; Barattano, con notevoli resti delle mura di cui fu cinto nel 1452; Ceralto, dal culto prestato alla dea Cerere su quell'alto colle (Cereris Altior); Cisterna, castello principale, sec. XIV - XV; Grutti (fine del sec. Xl), dalle numerose grotte esistenti nel sottosuolo e nelle quali si rifugiarono i primi cristiani; da vedere i resti delle antiche mura e torri; il così detto Torrione che sovrasta tutto il castello e la Chiesa romanica di S. Maria di Agello; Marcellano (sec. XII), con la Chiesa romanica di S. Angelo riccamente affrescata all'interno; Pomonte, castello posto tra colline ricche di boschi e di uliveti, al quale, nel 1415, papa Gregorio XII conferì il titolo nobiliare di "baronia". facendovi costruire per la propria famiglia il maestoso Palazzo baronale tuttora esistente; Pozzo, castello ricco di uliveti; San Terenziano, dal nome del santo e primo vescovo di Todi che vi fu sepolto nella seconda metà del Il secolo; castello ben conservato del sec, XV e costruito con il travertino delle sue cave. Da vedere la Chiesa dì S. Apollinare (sec. XIII), la Chiesa delta Madonna delle Grazie (sec. XV), la chiesa intitolata al Santo e costituita da due chiese sovrapposte, consacrata a S. Terenziano quella superiore (sec. XI -XII) e a S. FIacco quella inferiore (sec. XII- XIII).
Saragano, castello longobardo le cui strutture restano oggi quasi intatte; Torri, dalle numerose torri inserite nella cinta muraria e conservate quasi intatte; a Torri inoltre, mostra di farfalle, coleotteri ed erbari, ospitata nei locali della chiesa parrocchiale.

 

.
webmaster argoweb.it