Benvenuti a Guardea      

 
English   Deutsch
Français

GUARDEA

Turismo
Un po' di storia
Da vedere
Castello del Poggio
Oasi di Alviano
Come arrivarci
Manifestazioni

Ospitalità
Appartamenti
Ristoranti & C.

vai a ...
Umbria
Comprensorio di Amelia

 

.
Guardea
Guardea

Palazzo
Palazzo

 

Cenni storici

Le più antiche tracce della presenza umana sul territorio di Guardea risalgono al Paleolitico, come attestano gli strumenti finiti e le numerosissime schegge di selce ritrovati, visibili presso la sede del Gruppo Archeologico.
Le Mura Megalitiche, i cui resti sorgono in località Fossi, testimoniano che già nel III-II sec. a.C. era fiorente l'attività agricola.
I quattro imponenti tratti di mura ancor oggi ammirabili sono i resti di un sistema che serviva a tenere sotto controllo le acque dei torrenti della zona, per preservare i terreni da coltivare.
Al periodo romano risalgono invece i molti frammenti di ceramica, le tessere di mosaico e le monete rinvenute sul territorio comunale, come presso la grande "villa rustica" del II sec. d.C. individuata a Cocciano nel 1921.
Nell'880 d.C. un conte di Baschi fondò, sulla cima del colle che sovrasta l'attuale paese, il castello di Guardege a guardia del territorio.
Nel sec. XIII il castello divenne proprietà della famiglia dei signori di Alviano che, tra alterne vicende, lo tennero fino al 1581 quando Caterina Cervara, nipote di Bartolomeo d'Alviano, lo portò in dote al marito Ludovico di Marsciano.
Nel 1600 cominciò l'abbandono del "castrum" e la popolazione si trasferì nell'altopiano sottostante.

Curiosità

Per i tanti collezionisti del fumetto Dylan Dog, il vecchio Cimitero di Guardea, oggi un giardino all'inglese, è un luogo cult. è stato infatti utilizzato nel 1993, insieme a Piazza Panfili, come scenario per la trasposizione cinematografica del romanzo "Dellamorte Dellamore", da cui è tratto il fumetto noir.

.
webmaster argoweb.it