Benvenuti a Lugnano in Teverina      

 
English   Deutsch
Français

LUGNANO IN TEVERINA

Turismo
Come arrivarci
Manifestazioni

Ospitalità
Alberghi
Ristoranti & C.

vai a ...
Umbria
Comprensorio di Amelia

 

 

.

Metti qui il tuo banner

per saperne di più
scrivici
.

.

 

.
Lugnano
Lugnano

Colleggiata di S. MariaAssunta
Colleggiata di S. Maria Assunta

Affresco
Affresco

Cenni storici

Gli archivi non ci dicono nulla sull'origine di Lugnano; abbondano invece le ipotesi. La più probabile una nascita avvenuta intorno al V secolo d.C., dovuta all'abbandono delle campagne per il sopraggiungere della malaria. Come testimoniano i ritrovamenti della villa romana di Poggio Gramignano in quel periodo la malaria mieteva vittime e in epoca tardo romana le popolazioni erano solite mettersi in salvo edificando le abitazioni su colli ventilati. Così gli abitanti della Valle del Tevere costruirono Lugnano o Luniano, denominato forse "Lucus Jani" (bosco di Giano), il cui corrispondente femminile è Luna. Intorno al Mille diventa comune non infeudato e dipendente direttamente dalla Chiesa, da qui il nome di " Terra di Lugnano". Facendo parte delle Provincia del Patrimonio di San Pietro fu avamposto guelfo contro la ghibellina Todi che aveva autorità su Amelia e sui possedimenti degli Alviano nella Teverina.

Beni culturali

Il gioiello di Lugnano è sicuramente la Collegiata di Santa Maria Assunta.
La facciata decorata con rosone è arricchita da un originale portico con costoloni poggiante su colonne. L'interno a tre navate e volta a botte è scandito da colonne e capitelli decorati con motivi tipici dell'arte romanica (trecce, vegetali, scene sacre). Sotto il presbiterio una piccola cripta coperta da lastre di travertino che poggiano su eleganti colonnine con capitelli a foglie variate. Nell'abside un bel trittico di Nicolò Alunno (XV sec.) e, in posizione laterale, una Crocefissione della scuola di Giotto (XIV sec.) ed una decollazione di Livio Agresti (1571). Da via Umberto I si arriva a Palazzo Pennone ('500) così denominato perché si staglia in altezza sulla fisionomia di Lugnano. Attuale sede del comune, costruito sul vecchio palazzo del podestà e sulla chiesa di S. Pietro, è l'immobile residenziale più interessante del centro storico, con uno sviluppo verticale che funge da collegamento cittadino. Due scalinate e un vicolo interno collegano la zona del corso principale con quella nord del paese.
Appena fuori dal centro abitato si trovano i conventi di San Francesco (1229) e quello dei Cappuccini (1579), entrambi pregevoli per architettura, impreziositi da numerosi ambienti affrescati.

Curiosità

Proprio all'ingresso del centro storico c'è l'Ex Fabbrica, un interessante e vasto edificio di fine ottocento che ha ospitato numerose attività. Acquistato dal comune nel 1991 è oggi sede di uno sportello turistico multimediale.

 

.
webmaster argoweb.it